Via delle Guide, Crozzon di Brenta, parete est-nord-est

La via supera con mirabile dirittura e massima eleganza la compatta muraglia del Crozzon di Brenta, seguendo nel tratto mediano quella di destra delle due evidenti strisce nere che caratterizzano la parete est-nord-est.
Itinerario arditissimo in arrampicata libera, uno dei più interessanti e noti non solo nel gruppo di Brenta. L’arrampicata è molto bella e sostenuta nel tratto mediano, su roccia ottima e compatta.

34

Via delle Guide, Crozzon di Brenta, parete est-nord-est

Area/Gruppo: Dolomiti di Brenta
Cima: Crozzon di Brenta (3135 m, massiccio della Tosa) parete est-nord-est
Via: Via delle Guide
Salitori: Bruno Detassis, Enrico Giordani - 2 agosto 1935
Difficoltà: V°+
Versante: nord est
Lunghezza: 800 m

Accesso generale
Da Madonna di Campiglio, dal parcheggio di Vallesinella 1510 m per comodo sentiero passando per il Rifugio Casinei 1825 m si raggiunge dopo circa 2,00 ore il Rifugio Maria e Alberto ai Brentei 2180 m, oppure da Sant’Antonio di Mavignola per la Val Brenta (ore 3,30).

Accesso
Dal Rifugio Brentei 2180 m, si scende nella Val Brenta e si sale sul versante opposto. Dal sentiero una traccia nei detriti sale verso la base del Crozzon che si costeggia verso sinistra continuando poi a salire verso il canalone della Tosa fino a circa 50 m oltre lo sperone (circa ore 1,10).

Discesa
Dalla vetta Nord del Crozzon (Bivacco Castiglioni) si scende dapprima per ripida parete nel primo profondo intaglio per poi portarsi per cenge alla cima di mezzo. Si seguono poi delle tracce con ometti che portano in direzione sud verso Cima Tosa che si raggiunge attraversando una successione insidiosa e complicata di altre creste, intagli, forcelle e cenge detritiche (in circa ore 2,00). Dalla cima della Tosa si scende poi per i gradoni rocciosi e pendii detritici scoscesi dal versante sud-est, Via del Camino (via normale da est 25 m di II°) raggiungendo il sentiero per il rifugio Pedrotti alla Tosa, dal quale salendo dapprima alla Bocca di Brenta si ridiscende poi al Rifugio Brentei.

Materiali consigliabili
2 corde da 55 m, 12 rinvii, chiodi, martello, nuts e friends. Dotazione alpinistica completa.

Foto da: Dolomiti di Brenta di Gino Buscaini ed Ettore Castiglioni, “Guida dei Monti d’Italia” Club Alpino Italiano - Touring Club Italiano.

2 Commenti Inserisci il tuo ↓

  1. Fabrizio #
    1

    risolve la parete del Crozzon…. Grande intuito del Re del Brenta. Da fare in periodo di bel tempo in modo da trovare completamente asciutta la parete. Via mai durissima ma da non sottovalutare. Lunga e tormentosa la discesa. Raggiungere la cima Tosa tramite cengette e spuntoni. Scendere girandosi verso la Brenta Alta (senza esagerare…) sentiero poi doppia da fare.

  2. Tala Peroni #
    2

    semplicemente bellissima!



Commenta la via